Stamattina ho vinto 30 euro con il gratta e vinci. Speriamo non ne risenta l’amore.

Ma quando si può, volentieri!

2015-05-15 10.55.25

Mio piccolo contributo alla festa di fine anno delle scuole elementari di Orlando. Mi sono limitato ad addomesticare l’elefante di quel modesto di Sigismondo Malatesta.

Sblisga

Quando il disegno che stai facendo prende la sblisga giusta e inizia finalmente a navigare in acque più tranquille. ‪#‎DisegniGrassilli‬ ‪#‎chidisegna‬ ‪#‎italica‬BannerItalica1

Paese sempre Reale

Molto soddisfatto d’essere parte di questo ciclo di ritratti incapucciati ideati daPiermaria Leandro Romani, amico di lontane navigazioni, mente cristallina da cui sono uscite alcuni dei migliori contenuti di “Cuore”. Questa opera entra ancora una volta nel “profondamente umano”, quel che dicono le parole e quel che non possono dire gli occhi: una delle cifre tipiche dell’artista PMR. Grazie!11259438_10152971129633227_1966285445225777755_n 10982453_10152971129623227_3254956240016741031_n

 

 

e ci vogliono altre idee! Altra roba! Disegnare! Disegnare!

11112450_10152956854528227_4650423059896173719_n

Brevi ma Belli

Questo Primo Maggio il concertone in Piazza Maggiore, a Bologna, si é aperto verso le ore 17,30 con la bizzarra presenza di alcuni Mistoterital, introdotti da Luca Bottura. Essi hanno servito sul crescentone una “Tienti le Tue Trote” acustica, sgolata, derattizzata, non approvata dal loro manager. Nella brevissima apparizione, i LMT hanno anche declamato i versi già ascoltati al TPO qualche settimana fa, come una sorta di “promessa di fedeltà loro magrado” delle band esordienti al mondo zapruderato e infingato del rock italianno.
Questo é potuto accadere perché il concerto é dedicato a Freak Antoni, perché Luca é matto e perché abbiamo deciso di fare solo cose brevissime in posti sempre più importanti (prossimo live-act: i primi 22 secondi di “Sbarbe della Bassa” nel cortile del Quirinale).

 

Vedo Arnoldo Mondadori in bianco e nero su ‪#‎RaiStoria‬ con dei fogli in mano che dice a chi lo sta intervistando quanto Pirandello sta vendendo, quanto Verga, quanto Hemingway. Semplicemente strepitoso.

IL ROCK ITALIANO HA MESSO I DENTI

Questa Lamentazione Papemetrica é stata composta da Phil Anka in occasione della cerimonia detta “Lardo ai Giovani“, officiatasi a Booh-Lagna il dì 11 aprile 2015, anno di un signore, e da lui declamata di fronte ai convitati.

le chitarre non si sentono /
le voci non si sentono /
nella mia spia sento più lui di me /
adesso facciamo il rullante /
potete cambiarvi nei bagni /
potete cambiarvi lì dietro /
c’é il rimborso viaggio ma la cena dovete pagarvela voi /
vi offriamo la cena ma il viaggio dovete pagarvelo voi /
scusa nella mia spia sento solo il basso /
il vostro demo era meglio del vostro primo disco /
vi ho letti su rockerilla /
vi ho letti su buscadero /
ma ormai rockerilla fa schifo /
ma ormai buscadero non lo compro più /
se tocco il microfono sento la scossa /
l’assessore sale solo un attimo a dire due parole /
scusami ma adesso nella spia sento di nuovo solo lui /
in che senso non c’é la batteria? /
questo é troppo demenziale /
adesso faccio anch’io un gruppo demenziale /
ma il demenziale lo sanno fare tutti /
ma il demenziale erano solo gli Skiantos /
no, senti nella mia spia ci sono tutti gli altri e non la mia voce /
mi ricordate gli Skiantos /
mi ricordate gli Elii /
mi ricordate qualunque gruppo tranne quelli a cui vorreste somigliare /
il nostro nuovo disco é un disco che guarda avanti /
ve lo avevamo scritto che a noi servono tre microfoni /
non c’é rimborso ma vi ospita un nostro amico che ha una mansarda /
non c’é il rimborso ma vi mettiamo primi nella locandina /
ci hanno sbagliato il nome sulla locandina /
non c’é il nostro nome nella locandina /
lo so ti rompo i maroni ma nella spia adesso sento Radio Maria
l’Italia non va bene per il rock /
l’italiano non va bene per il rock /
si il nostro tempo é finito ma quelli prima di noi hanno smarronato di 20 minuti! /
ragazzi ci sono i carabinieri /
ragazzi stasera avete spaccato /
ragazzi mi dispiace ma con i tiromancino che suonavano qui vicino… /
senti… lasciamo perdere… me la spegni questa spia?

“Lardo ai Giovani” (ma a noi invece cipster cicoria)

11/4/15 a Booh-Lagna. Alcuni Teritals,Ted, Lauro, Job, Phil, hanno omaggiato Freak un anno dopo con una mini-esibizione al TPO.

alla fin della fiera

1000PASSAGGI

 

I passaggi principali per arrivare al manifesto definitivo di una fiera di oggetti fatti a mano e passatempi. 2010.

 

i gabinetti di farinetti

Non so perché ma questo cartello nella sede milanese di Eataly mi fa pensare a quella scena di “Silent Movie” di Mel Brooks, nei bagni della malvagia corporation Trangugia & Divora (le nostre dita sono ovunque), in cui se ne vede un altro che recita: “i nostri gabinetti sono meglio di molte delle vostre case“.

10346046_10152890225733227_2969459510467180512_n

BCBF15

Nuovi sentori e antichi dissapori alla Bologna children Book’s Fier.

Hey, Kloe!

“lancia il tuo prodotto mentre lo fai”.
Uèlldànn Giuseppe, così fu per Clarence, così sarà!

logo2

Padiglioni non lontani

Domani sarò tutti il giorno alla Bologna Children’s Bookfair assieme alle sontuose colleghe Marianna Balducci ed Elisa Rocchi. Monitorerò social e commenterò in diretta quanto posso. Se siete lì fra i padiglioni mandate segnali inequivocabili.

Quella del Sergente

Complessi restauri di antica tavola denominata “Beatles V” o “quella del sergente“. In corso.

961734_10152879435418227_887327542_n

Baci Dorati

10984161_10152875517453227_4272442676617704515_nNel mattino un pacchettino. No ma davvero? Laura non scherzavi! Adesso faccio colazione con meravigliosi dolcetti di Tortona, la sintesi perfetta, dicono qui in casa, fra un biscotto e un cioccolatino. E insomma grazie, un po’ imbarazzato per questo premio immeritato.

I Vercesi fratelli pasticceri realizzano questi Baci Dorati, si deduce dalla scatolina ardecò, da quanto eravamo imperatori della Libia e anche prima. E c’é anche, dentro alla confezione regalo “indicatissima per regalo, in campagna, ai bagni, in viaggio“, una poesiola che celebra queste delizie.

Beh Laura grazie, questo é un sabato!

Oggi che splendido dì /
la primavera é già qui/
In ciel, vorrei volar!

E dopo i baci dorati, andare a consegnare alcune stampe di miei disegni, ordinati da simpatica famigliola riminese.

11110207_10152875513148227_861574613840857996_nQuesto é un sabato.

Alto che Isis. Guardiamoci dalla sharìa dei co-piloti depressi.

Mi dispiace per quei papà che devono tornare dalle scuole con l’ombrello di Violetta. Mi dispiace, davvero.

Se i vostri amici su Twitter fossero Nek, Pif e Raf, vi resterebbero un sacco di caratteri ma non sapreste che cosa scrivere.

Sto guardando ‪#‎1992LaSerie‬ pensata da Stefano Accorsi. Promette bene: hanno appena arrestato un certo Mario Chiesa. Chissà adesso cosa succede

Cassetteide

Disegni in cerca dell’idea giusta per “il Cassetto nel Racconto” di Lia Celi, 1997, Sperling & Kupfer.
Ammetto che mi ha un po’ preso la mano. In fondo alla sequenza, il disegno definitivo.

Drawings in search of a right idea for “the drawer in the Tale” by Lia Celi 1997 Sperling & Kupfer.
I admit that this work carried me away. In the end of the sequence, the final design.


10407893_10152866440513227_2467846447625054007_n

 

In missione per conto di Dio

Resto convinto che il miglior film religioso di sempre sia The Blues Brothers

Cenerentola

Le tre cose migliori durante la visione del magnifico “Cenerentola” di Branagh:
1) Gli occhi di Orlando che diventavano sempre più grandi.
2) La performance di Cate Blanchett.
3) Le due signore âgée alla mia destra che sopraffatte e deliziate da vestiti fiabeschi, allestimenti sontuosi, bestioline e principi, sono uscite dal cinema che avevano diciannove anni a testa.

Pleens

@mafedebaggis racconta la libertà delle mappe nel nostro Palacongressi‪#‎myrimini‬ ‪#‎pleens‬11076038_10152859290478227_1512310656_n