Archive for marzo 31, 2004

Omen Nobel

marzo 30, 2004

Altra recensione disegnata dal Cuore del 1995. Non proprio entusiasta di questo libro di Eric Segal (?), “Una vita per un premio“, Sperling&Kupfer, 530 pagine per 30.900 antiche lirozze.
Non me lo ricordo per niente, ma ho il sospetto fosse un precursore degli attuali bestseller Usa, scritto meno bene ma ugualmente senz’anima. Partiture per piagnole meccaniche.

Dedicato

marzo 26, 2004

“La mia adorabile ragazza progressista” era una delle voci del Giudizio Universale di Cuore. Questo era un disegnino di commento che avevo prodotto per essa. Dedicato, oggi, alle amiche che sono impegnate in manifestazione.

Recensioni con le Figure

marzo 24, 2004

Un’idea bella del Cuore “seconda fase” fu quella delle recensioni disegnate. In una tavola l’autore di turno doveva riassumere il suo parere su un libro, film, album musicale ecc.
E’ stata una delle rubriche del giornalino verde per cui ho disegnato più spesso, e mo’ comincio a buttare su qualcosa anche da questo faldone.
Per esempio, questa era la critica irragionata all’album del santificato Marco Masini. Non so il vincitore di Sanremo all’epoca di questo “Il cielo della vergine” (1994) fosse già angheriato dalla malevola diceria che lo dipingeva come uno jettatore.
Noi all’epoca ci limitavamo a dire che era un cantantino insignificante come tanti. Lo dicevamo allora e lo diciamo oggi, chi il Masini è circonfuso da pelosissima solidarietà di colleghi e addetti vari.

Riconoscimento

marzo 23, 2004


Se volete avere una netta sensazione di “tempo fermo”, guardatevi delle vignette sulla questione Israele-Palestina: uguali, siano di oggi o di trent’anni fa. Purtroppo.

Areosol dell’avvenire

marzo 22, 2004


Nel crollo dovuto a tangentopoli, ricordo certi partiti storici, ridotti a percentuali elettorali risibili, che strepitavano come quei cagnetti minuscoli e rumorosi.

Honecker

marzo 21, 2004


Ricorderete, immagino, che si trattava del segretario del partito comunista della germania dell’Est. In parole povere, il Raìs di quel mezzo paese. Il figuro muore in realta’ in esilio in Cile nel ’94.

Dubrovnik

marzo 20, 2004

Quando in quelle terre di la’ dall’Adriatico, allora come in questi giorni, si menavano di brutto. Quel gioiello di cittadina, nessuno si decideva a intervenire… Rivedendo cosa e’ successo in seguito e cosa e’ divenuta prassi d’intervento, c’e’ da farsi venire i dubbi. All’epoca mi venne solo questa vignetta.