Archive for gennaio 24, 2005

492

gennaio 24, 2005


netobe492_05.gif
immanews.gif

Grand’Impiegato Ultrainvidiabile Immanet 2005: VERBENA! verbena_100.jpg Con uno scatto finale di natiche, la nostra affascinante Senior Inevitabilist Sales Accounter ha staccato gli inseguitori, in particolare la Ritina, unica collega in grado di apparire insidiosa, nonchè vincitrice dalla prima manche di queste votazioni. Verbena è dunque la Grand’Impiegata Ultrainvidiabile 2005, avendo conquistato il 41% dei consensi di voi votanti (visionate qui la classifica finale). In definitiva poi, che si tratti di titolo ottenuto grazie a effettive capacità professionali o, come insinuava qualcuno fra voi, piuttosto per meriti morfologico/carnali, è questione che eviteremo di approfondire in questa sede. Diamo alla bionda miss ciò che le spetta, con l’augurio di godersi questo titolo fino alla prossima competizione, fra un anno circa. Onore e Gloria a Verbena! – Scheda della vincitriceTecnologia a cura dello Smanettatore Capo Joe Skop. – Il risultato della prima e seconda manche


La Immanet Sdf ringrazia tutti i sostenitori del ritorno sul mercato del valido prodotto Net To Be. In particolare, gli azionisti: Quattropassi, Gattostanco, Zio Macs, lo Papino&Mammina, Binario 4, Comidademama, Silvio, BubiOnBoard, Vesnuccia, Joe Skop, Girasoli, Gorgoglio, Pasta Mista, Giuseppe Mazza, .Mau., Mou, Bucky B. Katt, Stark, Carmilla, kAy, Xabaras, il Mazziniano, Mu.

impiegatomesehome.jpg IMPIEGATI DEL MESE gennaio: Verbena (G.I.U. 2005) novembre: Zeno ottobre: Alessio mengolino.gif 100X100 NEWECONOMY! la rubrica di Mengoli. Ecco il Palazzo Immanet in tutto il suo splendore. Cliccate qui per vedere l’organigramma dei dipendenti che popolano la nostra strip. kanea.gif Partnership: proud to be Ismizlander
Sempre più tosti! Per aver un link che si aggiorna da solo sull’ultima Net To Be, mettetevi in pagina questo pezzetto di codice. E’ una produzione Joe Skop.

netocover.gif

Vuoi il libro?
si compra acca':
• sul sito di Edizioni Tecniche Nuove (Hops Libri)
• Su Bol.com
• Su Ibs.it

Il giorno dell’uscita in libreria, Clarence gli ha dedicato questo speciale.

Tutte le vite del mondo

gennaio 20, 2005

Due anni fa il mio amico Andrea Romeo iniziò a raccontarmi una sua idea, un festival cinematografico da erigere ex-novo. Poteva sembrare la scoperta dell’acqua calda, ma ebbi subito l’impressione che il fuoco fosse sul soggetto giusto: la vita, anzi, le vite umane.

Una kermesse dedicata alle biografie, soggetto filmico ben definito e campo sconfinato, fecondo di interconnessioni ma ancora spoglio di un appuntamento dedicato.
Mentre di chiacchiera in chiacchiera il progetto si precisava nelle nostre capocce, Romeo, assieme ai suoi ditheCultureBusiness, metteva in moto pulegge e tiranti.

Oggi il nuovo festival è quasi pronto, ronza di fronte alla pista di decollo. C’è già un sito, dove potete trovare i primi interessanti materiali. Leggete la presentazione di Andrea, vi farete un’idea del perchè e del percome. Poi, se siete in fregola pazzesca, potete leggervi anche il mio commento qui sotto, il mio autorevole parere sulla faccenda.
Ah, dato che sono graficamente e personalmente coinvolto, aspettatevi, nell’immediato futuro, aggiornamenti e rubriche su questa “International Celebration of Lives“: il Biografilm Festival, dal 26 maggio a Bologna.

Resistenti all’erosione: questa è una chiave che mi piace molto. Per me è come passare a una fase successiva di resistenza, dopo aver praticato quella “umana”. Ed anche un modo di eludere il terribile empasse contemporaneo, con il suo orizzonte affollato di figure mediocri, imbarazzanti, che coprono abusivamente la visuale.
Forse è gi
à successo in tutte le epoche come la nostra, apparentemente improduttive, che ci si fermi a recuperare le voci del passato, ed ogni volta ci si è probabilmente stupiti della loro vividezza.

L’immagine che vedo affacciarsi è quella di una generazione che cerca profondità nelle parole dei propri anziani, che trova ispirazione rileggendosi le vite degli antenati. Mi fa ricordare una scena, vista diversi anni fa, di una piccola comunità, che la sera attorniava il contastorie locale, per ascoltarne la voce, per farsi incantare dai gesti, nella piazza di un villaggio scozzese.
Questo festival potrebbe avere una vita infinita, anzi, molte diverse vite parallele, come suggerisce il titolo. Trattando anche di “classici”, potrebbe essere una specola, uno strumento aggiornato al pensiero contemporaneo, utile per ri-illuminare certi miti un po’ impolverati o certi aspetti dimenticati della storia umana.
E magari, aggiornando il concetto di “classico”, potrebbe diventare un importante appuntamento annuale per chi elabora il pensiero da diversi e lontani ambiti culturali, certamente non solo cinematografici.
Insomma, Andrea, confermo e condivido l’entusiasmo per questa tua intuizione. Penso che lo spazio per questa iniziativa sia ampissimo, anzi, che scoprirai/scopriremo, creando il BFF, che dietro quella porta ancora chiusa c’è un ambiente enorme e dimenticato. Una grande sala perfetta per celebrare periodicamente le Vite dell’Uomo.

491

gennaio 2, 2005


mengolino.gif

Il Dott. .Mau., Final Eiurvedic Optional Manager, ci ha fatto pervenire un significativo documento per la rubrica di Federico Mengoli. Il nostro azionista ci scrive: “Ecco Il vero Googlepad. Un po’ rovinato dagli anni d’uso… non ricordo nemmeno dove lo recuperai. Sicuramente all’estero a una qualche conferenza, e sicuramente quando Google non era ancora famoso e quindi si faceva pubblicità…“.
Grazie .Mau.., il reperto è già stato allocato nel reliquiario dal nostro invasato dipendente. Buon anno a te e ai tuoi due puntini.

491.jpgVai all’archivio della nuova serie

R:ob bio 2005

gennaio 1, 2005

ROBERTO GRASSILLI

Roberto Grassilli è nato a San Pietro in Casale (Bo) il 23 agosto 1961. Dopo aver frequentato il Liceo Artistico Statale di Bologna e il corso DAMS della facoltà di Lettere e Filosofia, nel 1982 inizia a pubblicare fumetti e vignette su riviste e pubblicazioni italiane, di cui è autore anche per quel che riguarda testi e battute. Collabora con Alter, Linus, Frigidaire, Tempi Supplementari, Schizzo, Consumatori, Cuore, PuntoCom, Chiamami Città e diverse testate della pianura bolognese.
Come illustratore lavora, dal 1983, per Milano Libri, Conde’ Nast, Sperling & Kupfer, Arcana Edizioni, Manutencoop, Cuore s.r.l, L’Arca Edizioni, Ondalibera, Comune di Rimini.

Nel 1988 fonda l’agenzia Showbiz assieme a Steo Zacchi, all’interno della quale si occupa prevalentemente di illustrazione e grafica per album e campagne pubblicitarie di musicisti come Zucchero Fornaciari, Luca Carboni, Biagio Antonacci ed altri.

Nel 1990 si trasferisce a Londra per lavorare nello studio di film d’animazione “Amblimation” del produttore Steven Spielberg; partecipa quindi alla realizzazione del lungometraggio animato Fievel goes West (Amblin, Usa, 1991).

Nel 1991 lascia ogni altra attività ed entra come disegnatore e grafico nella redazione del nuovo settimanale di satira Cuore, diretto da Michele Serra. Vi rimane fino alla qualifica di art-director e alla chiusura della testata nel 1996.

Nel 97/98 è responsabile di pubblicazioni per la Pan Distribuzioni (Marvel Italia) e collabora alla realizzazione di siti commerciali su Internet per le agenzie I.com di Milano e Exnovo di Bologna.

All’interno di Cuore aveva però già avviato, assieme a Gianluca Neri, i primi esperimenti sulla Rete: l’embrione di Clarence, sito-testata online, destinato a diventare uno dei portali più noti in Italia, e’ infatti dell’ottobre 1996. Nel 1999 fonda con Neri (e con Mazzeschi e Papini) la Clarence srl, e assieme a loro attraversa gli anni della “net-economy” entrando in rapporti di lavoro dapprima con gli svedesi di Spray Network poi con la storica Lycos, fino all’approdo definitivo di Clarence.com all’interno del Gruppo Dada (Firenze). Come socio di Clarence.srl si è occupato di marketing, oltre che di grafica e illustrazioni come consueto, fino al 2003. Sempre all’interno di Clarence ha pubblicato una striscia quotidiana (dal settembre 2001) che è diventata un classico dell’Internet italiana: Net To Be. Di questo fumetto è uscita una raccolta cartacea: To Be or Net to Be, Hops Libri, Milano, 2002. La strip continua attualmente sul blog “di lavoro” dell’autore.

Fra i lavori più recenti, segnaliamo la collaborazione con “Lanterna Magica” di Torino, per cui ha ideato i personaggi e le ambientazioni di un cortometraggio animato; L’Alba del Giorno Prima (2005), basato su una canzone originale di Piero Pelù. Committenti: Rai e Commissione Europea; le illustrazioni per un libro di Lia Celi, realizzato per il Comune di Rimini: Alieni a Rimini! (2005). E’ anche collaboratore fisso della TCB di Andrea Romeo e del festival “Biografilm” di Bologna.

L’attività “collaterale” di maggior peso l’ha coinvolto dal 1982 al 1991, in qualità di “lead singer” della rock-band Lino e i Mistoterital. Questa formazione si è esibita in tutta Italia, in alcune trasmissioni della Rai, ha pubblicato 2 album e una famosa “Fanzine”.

Vive e lavora a Rimini dal 2003.

BLOG-MAGAZZINO: http://warehouse.robertograssilli.com/

BIBLIOGRAFIA

Libri
Beatles tutti i testi 1962-1970, a cura di D. Franzoni e A. Taormina, Arcana Edizioni, Milano, 1992
To Be or Net to Be, Hops Libri, Milano, 2002

Alieni a Rimini!, di L. Celi, Comune di Rimini, Rimini, 2005

Cataloghi
Zark! Le tavole narranti, Editori Del Grifo, Siena, 1985
Doctor Pencil & Mister China, Grafis Edizioni, Bologna, 1985
On The Rock-onde rock, Kaos Edizioni, Treviso, 1986
Vampir/Vampart, Editori Del Grifo, Siena, 1986
Armati di Matita, Editori Del Grifo, Roma, 1994
In punta di pieghe, Centro Pasolini, Agrigento, 1996

Dischi
Bravi Ma Basta (con Lino e i Mistoterital), River Nile/EMI, Milano, 1988
Altri Nani (con Lino e i Mistoterital), Diva Records, Milano, 1991