Archive for marzo, 2005

497

giovedì, marzo 31st, 2005


Giovannini_mini.gif La consulta interna Immanet (sede ufficiale: III piano, sesto cubicolo a destra, subito prima della sala relax) ha decretato l’impiegato del mese di marzo. E’ al nostro Buyer Implemental Eventually Manager che tocca l’onore di questo turno. contacommenti.gifleggetevi tutto su di lui nella scheda personale.

Net To Be 497

Giulia ei Bolscevichi

domenica, marzo 27th, 2005

Cheffigata. Giulia di “Sai tenere un segreto?” aveva già capito tutto da tempo, e lo rivelava in un post che mi era sfuggito. Nel suo intervento del 27 marzo scorso, scoperchiava quel verminaio di sinistrorsi che albergano su Blognation, il server di Gianluca, colui che ospita a sue spese (e sicuramente in previsione di qualche gesto sovversivo), la massa di saprofiti che trovate elencati nel post in questione.
Oltre alla Vonorace, ci trovate anche gli altri blog “a muro” con questo: Lino ei Mistoterital e la Vonorace.
Grazie Giulia, in ritardo. Anche se nel post non spieghi cos’è un Rolli e come si spegne.

496

giovedì, marzo 17th, 2005

Giovannini_mini.gif La consulta interna Immanet (sede ufficiale: III piano, sesto cubicolo a destra, subito prima della sala relax) ha decretato l’impiegato del mese di marzo. E’ al nostro Buyer Implemental Eventually Manager che tocca l’onore di questo turno. contacommenti.gifleggetevi tutto su di lui nella scheda personale.

netobe496_05.gif

Final Economy

venerdì, marzo 11th, 2005

Noto modello d’auto in voga fra certi rampanti di fine anni ’90. L’ho lasciato nelle seconde file parcheggiato davanti ai locali trendy della Milano di 4-5 anni fa, lo ritrovo a Rimini, davati alla chiesa di Santa Rita, trasformato in carro funebre.
Se occorreva un’icona, un qualcosa di simbolico per affermare che la new-economy è morta da tempo, beh, questa mi sembra perfetta.

8 marzo: il tempo della spesa

martedì, marzo 8th, 2005

Commissionato da Coop, realizzato da Giunti editore di Firenze, apparirà fra una confezione di macinato e i biscotti in offerta speciale, proprio in occasione dell’otto marzo di quest’anno. Un nuovo libriccino di Lia Celi, con vignette di Francesco Fagnani (metà della coppia “Marfagno” autrice per Cuore), 60 paginette liete e aggratis da infilare nel carrello del vostro supermercato di zona.
Questo “Le donne al tempo della spesa” è «…dedicato aIle donne che fanno la spesa, infaticabili esploratrici in missione quotidiana nell’insidiosa giungla dei prezzi. Ma anche ai loro mariti, compagni e figli, che le accompagnano o, a volte, le sostituiscono. Testi, vignette e un originale “test finale” aiutano a riconoscersi e a sorridere dei tic, delle abitudini e delle debolezze che tutti riveliamo quando andiamo per negozi o supermercati».

collana “cassadolcecassa”, edizione fuori commercio di Coop e Giunti-progetti educativi.

Mi piacerebbe disegnare di nuovo per le parole di Lia, come succedeva regolarmente a Cuore, come è successo sporadicamente su Clarence, o come per questi casi specifici, le copertine dei suoi primi libri, realizzate per Sperling & Kupfer nel 1995 e 1997. Non che manchino gli spunti e i progetti, rimandati sempre a momenti più propizi. Le occasioni migliori di solito arrivano da fuori, le “commesse” di lavoro intese in senso classico. Questo inizio di 2005 del resto ha soffiato sulla polvere che si annidava fra le mie matite e ha rimesso in moto qualcosa. Se le giunture non mi tradiscono, i segnali per una cosa nuova assieme alla Mia-Lia ci sono tutti ;-)

net TOSHARE be

giovedì, marzo 3rd, 2005

Essere “onorati” a Torino, ecco una cosa che deve capitare a ogni autore minore si, ma di buona indole come il sottoscritto.
A Torino ti mettono in mano un bicchiere di Nebiolo e ti parlano della miglior cioccolata del mondo, del primo cinema d’Italia e di quell’angelo che venne giù dalla Mole per conficcarsi nell’ufficio di Nonno Angela. Nell’ufficio per fortuna, non nel nonno. Ehm: Angelo – Angela.
Torino si sente risorta, a dieci anni dal TonfoFiat, ed è in marcia verso un evento olimpionico che la sbatte ogni giorno come come una stuoia: 50 cantieri aperti in città, architetti allo stato brado, occhi puntati da tutto il mondo.
Andrea Toso mi ha chiamato lassù e mi ha incorniciato ben benino nel ToShare, ovvero il Festival del sapere condiviso nella rete. Il sapere, il fare, il saper-fare delle cose e così via aggiungendo. Un paio di post qui sotto trovate i riferimenti ufficiali.
La due giorni di mia competenza, all’interno di una lunghissima e ampia manifestazione, mi ha dato il piacere di riparlare di Net To Be e di vedere la mia strip messa a disposizione dei visitatori di Palazzo Cavour (sì, l’appartamentino in centro del Conte Camillo) nella maniera più coerente con il suo contenuto. Fra sapienti installazioni di elettronica più o meno concettuale, i bravi allestitori della Share hanno ricavato una zona in cui Alessio & C. ammiccano elagantemente da una parete nera, da un pc online e da un’altro computer che consente a chiunque di scegliersi la striscia preferita, di stamparla e portarsela via.
matt_gra_eri2.jpgCapitemi. Non più giovane fumettista, decentrato e non certo celebre, atteso al varco da un paio di undicenni che volevano autografo e dedica. Beh, ci si ricarica, checaspita.
Benedetti i locali della mostra, vengo poi traslato, in serata, nel locale dove si svolge la seconda azione artistica a cui sono iscritto. Ed eccoci al Bu.net (guardate il sito, chiedete a un piemontese e capirete la genialità di questo nome).
Con un blogrodeo ai nastri di partenza, i disegnatori Eriadan, Mattioli e Grassilli venivano collocati davanti a blocconi di carta su cui improvvisavano, legandosi (più o meno) alle parole chiave della serata: ipocrisia, vino, mare.

(altro…)

the love you take

martedì, marzo 1st, 2005

Xabaras Sob. Quel che era rimasto di Clarence ha chiuso di botto tutti i forum

10:02

Xabaras Senza due righe di spiegazione per gli utenti.

10:02

Xabaras O almeno di avviso, mah…

10:04

RobGrassilli pensa, avevano quasi nove anni quei forum

10:05

RobGrassilli piu’ o meno

10:05

Xabaras infatti. almeno dire. “ragazzi, si chiude!”.

10:05

Xabaras C’è gente che ci si è sposata la dentro!!!

10:05

RobGrassilli posso mettere questo nostro dialogo sul blog?

10:08

Xabaras

certo

10:08