Onore a Osvaldo

il_maestro.jpg

Puntiglioso, geniale, inossidabile (come certe pentole). Polemico fino a questa veneranda età contro gli ambienti televisivi e pubblicitari in Italia, che lo hanno costretto a divenire famoso ovunque tranne che a casa sua. Se lo invitavi a un’incontro col pubblico, lui, ultraottantenne, ti avvisava che “sarebbe venuto ma solo per dirne quattro” contro, ad esempio, l’animazione digitale, la Milano creativa di oggi, eccetera.
Il Maestro Cavandoli veniva anche, da mezzo secolo, in vacanza a Torre Pedrera, dove era coccolato e omaggiato da tutti gli operatori locali. In cambio, fioccavano ovunque (su tovagliolini, volantini, cartoline) i suoi rapidi disegni; ricordo ad esempio che un Mr. Linea che stava nell’insegna del Ristorante al Gabbiano, là affacciato sul Bagno Celso, dove i miei avevano l’ombrellone in prima linea.
Adesso lo celebreranno il sciur Osvaldo, proprio su quella tv che aveva contribuito a rendere un po’ più “artistica” ma che poi, dopo la chiusura di Carosello, si era dimenticata di lui.

4 Responses to Onore a Osvaldo

  1. JaKaiser says:

    E credo, ora mancherà a tutti.
    E non mancherà il politico con che ne tesserà sempre ‘sto katz di “elogio tardivo” :(
    JaKaiser

  2. Plunk says:

    ha lasciato un segno indelebile nella mia infanzia.
    http://www.plunk.splinder.com

  3. JaKaiser: è certo come la morte e le tasse, per citare i classici ;) Plunk: “segno” è proprio la definizione perfetta :)

  4. piezo says:

    anche l’insegna della pizzicheria vicino la chiesa di Torre Pedrera

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>