Archive for the ‘IO CONFESSO’ Category

Rimini IN Magazine

venerdì, maggio 31st, 2013


Da una chiacchierata con Alessandra Leardini, per Rimini INMAGAZINE. Maggio 2013.

Intervista del Vento Tagliente

martedì, settembre 25th, 2012

Premessa: le Venterviste sono interviste reali ambientate e sceneggiate in modo fantasioso.Solo domande e risposte sono reali, il resto è solo un piacevole (spero) condimento semiserio.

“In Clarence c’era giá Sim City e anche un po’ Facebook, ma i tempi erano acerbi”

GRASSILLI È BELLO!

Intervista semiseria ad un vignettista pioniere del web

Dopo la brutta figura fatta con sua moglie (Lia Celi, ndr) mi preparo ad essere il più professionale e serio possibile: sto aspettando Rob Grassilli, uno dei più seguiti vignettisti italiani, per un’intervista esclusiva, al solito bar di Rimini. Il cameriere, conscio che non gli ho mai lasciato mance, mi guarda astioso.

Quando Rob arriva, non sto nella pelle. Mi accorgo subito che è a disagio, e decido di rimettermi l’epidermide. Finalmente vedo il suo volto distendersi, ma ormai so di non aver fatto la migliore delle impressioni. Dicono che la prima, quella a pelle, sia la più importante… (continua a leggere qui).

Ma lei, buon uomo, quanti anni ha?

giovedì, agosto 23rd, 2012


Foto di Gioconda Grassilli.

Intervista su Panorama.it

lunedì, agosto 13th, 2012

La deliziosissima Andrea Delogu mi ha intervistato con dovizia di curiosità per la rubrica SHE CAN DJ di Panorama.it. Potete leggervela qui.

martedì, gennaio 17th, 2012

Dopo il dramma degli occhiali rotti a Natale, ecco quelli nuovi. Fine dell’era della plastica colorata, si torna al modello renitenza anale/re-animator.

Milanando Annotazioni

mercoledì, dicembre 14th, 2011

In viaggio per Milano, buongiorno! Avanti, su, entri l’alba. Che aspettate?

il frecciarissa dice esperienza a 360^ me ne bastano circa 150: qui accanto ho un frecciarussa e la faccia contro al sedile non mi interessa

La lotta per il bracciolo con l’irsuto dormiente qui accanto mi vede fieramente indisponibile al compromesso

Ecco, 1000 tonnellate di nebbia mi hanno sputato qui fuori a Milano. Freccia è arrivata in un soffio.

I Maya hanno allineato sul mio percorso tutte le scale mobili fuori servizio della città

Così vicino alla Pixar da essere dentro alla Pixar! Questa si che è una colazione.

Ho attivato Wall-E che ha subito portato in discarica la guida della mostra. Ora il comando di questo povero gruppo di studenti d’arte lo prendo io!
Prendi le riminesi, seleziona, stringi un po’ con le maniglie, togli saturazione, aumenta contrasto: ecco le milanesi

ma oggi fantastico: pausa pranzo in bistrò zona P.ta Venezia con il carissimo exsocio Gigi. La cameriera si è avvicinata col pacchetto di caffè in promozione omaggio: “questo la mattina può metterlo nella moka… ha presente” (un paese fottuto dalle capsulette).

Va detto che con la selezione eugenetica che applicano nei bar del centro, a Milano la cameriera più normale qui a RN sarebbe una cubista del Prince

fattostà che alla fine in stazione c’erano dei Ministri che suonavano.

Tornato da MI e sono dentro la casina verde col corpo tutto integro come quello di certi santi dopo 500 anni! Anche perchè se aspetto voi ;)

lunedì, novembre 14th, 2011

uso la gomma solo se disegno ragazze. perchè mi pare sempre alla fine di non aver reso giustizia.

mercoledì, novembre 9th, 2011

mia moglie regala ogni giorno al web battute di cui almeno la metà sono migliori di quelle che senti in bocca ai principali comici tv. Se la Casina Verde ricevesse ogni volta 5 centesimi dalle persone che apprezzano il suo lavoro, avremmo finito di avere l’acqua alla gola

martedì, novembre 8th, 2011

inattesa visita di Annibale e Agostino, con un bel pezzo di crescente! Non vedevo i Carracci dall’ultima festa a Cento, a casa del Guercino

Ho letto i Mali

sabato, ottobre 8th, 2011

ho indossato tutte le giacchette: vignettaro, grafico interno alla redazione, art director ecc… Quindi credo di poter comprendere le legittime aspirazioni di tutti gli attori coinvolti in questa piece. Fra l’altro mi sembrerebbe antipatico fare le pagelle di colleghi e amici, diversi dei quali ben più blasonati di me. I materiali belli ci sono, quelli imbarazzanti pure (su quello di Sparagna c’è pure l’immancabile ectoplasma di Pazienza. Ma ce l’avevamo anche a Cuore). Preferirei ragionare sul movente. Più che cui prodest, a chi si rivolge e per fare che, in quanto Male?

(altro…)