Archive for the ‘ILLUSTRAZIONI’ Category

INKtober Day 18

26/10/2015

#INKtober day #18: Porcospazzola / Porcush #disegniGrassilli #decreasedreality #realtàdiminuita #porcupine

900porcuspazzola

INKtober Day 17

25/10/2015

‪#‎INKtober‬ day #17: dedicated to John Belushi ‪#‎disegniGrassilli‬‪#‎decreasedreality‬ ‪#‎realtàdiminuita‬

maniglia2

INKtober Day 16

23/10/2015

‪#‎INKtober‬ day #16: sedia rilassa te stessa!
chair relax yourself! ‪#‎disegniGrassilli‬ ‪#‎decreasedreality‬ ‪#‎realtàdiminuita‬

800SEDIA1

INKtober Day 15

20/10/2015

‪#INKtober‬ day #15: all-essi (the children) on the carousel
#‎
disegniGrassilli ‬‪#‎decreasedreality‬ ‪#‎realtàdiminuita‬ 

800day15

INKtober Day 13

18/10/2015

900day13 #‎INKtober‬ day #13: LanTardis
#‎
disegniGrassilli‬
#‎decreasedreality‬
#‎
realtàdiminuita‬

Gli angoli di Jannacci

16/10/2015

Roberto Grassilli appartiene alla categoria dei creativi multiformi che ha avuto in Enzo Jannacci uno dei suoi picchi più alti.
Fumettista, illustratore e cantante (con la rock-band di culto “Lino e i Mistoterital”), è anche lui parte dalla sontuosa squadra di artisti che comporranno la mostra “Gente d’altri tempi” (dal 10 dicembre al Castello Sforzesco di Milano).12122572_1489387964689570_1453360293413296059_n

Così Grassilli (di cui potete vedere un dettaglio dall’illustrazione “I soliti accordi”) ricorda il “suo” Jannacci:

«Non é “come” se Enzo Jannacci ci fosse sempre stato.
Lui c’era stato sempre, DAVVERO, nella mia vita. Dentro al televisore in bianco e nero, come la sua faccia smunta in contrasto con gli occhiali, a meravigliare me bambino. Tutti gli altri sorridenti e morbidi, lui spigoloso e smarrito. Mia nonna lo chiamava “Nacci“.
Dopo qualche anno, in combutta con Cochi e Renato: trasmissioni in orari ancora a rischio per me, primi tormentoni esilaranti, canzoni disperate che facevano ridere. “Baila Carrete, che te pago!”. Ed era lui sotto quel casco a guidare la moto che portava via Ponzoni e Pozzetto nella sigla finale.
Grazie mitica Rai dei ’60.

Poi un giovane professore, in quelle scuole medie già in odore di eskimo, me lo suona con la chitarra, sul prato. Lui, Gaber, Fo. Individuo il collegamento. Grazie Professore.

Epoca del cantautore trionfante: mentre tutti predicano, lui tira fuori un album come “Ci vuole orecchio” e assesta una ennesima zampata “con la forza di un leuùn“. Mi godo una sua esibizione con la fidanzatina, lo vedo dal vivo a Rimini che intrattiene e non perde un colpo. L’unica volta, purtroppo. O meglio: l’unica volta mentre fa spettacolo.

Io cresco, disegno, canto con una mia band stralunata per tutti gli anni’80. Jannacci spunta e contrappunta in tante occasioni. Capisco che ormai la sua é la dimensione di un “maestro”. Con la compagna più importante, quella con cui creo una famiglia, condivido anche l’amore, ormai intenerito, per le canzoni che entrambi sentivamo da bambini.
Aveva un taxi nero che andava col metano con una riga verde allo chassis…

Anni e canzoni, il lavoro mi porta spesso a Milano. In piena new-economy lo rivedo ancora una volta. Un fine serata, mii hanno riaccompagnato, sto per scendere dall’auto ma sul marciapiede qualcuno sta lì che guarda nel vuoto.
– Ma é …?
– Sembra proprio lui.. Sta male?
– Uhm…
– Aspettiamo un momento… Non andate… Un momento

In silenzio, dentro all’auto, stiamo fermi. Voglio dire: QUELLO é Jannacci. Nessuno vuole andare via se forse Jannacci sta male. Lui ha quella sua solita aria imprecisa… ma stavolta non é davanti a una telecamera. Dal giubbotto tira fuori una fiaschetta e beve un sorso. Si riavvia, gira l’angolo, la camminata é abbastanza rassicurante. Siamo tutti sollevati.

Due anni fa l’Enzo ha girato un angolo più serio. Ci siamo rimasti tutti male e da allora ci diamo da fare per trattenere il più possibile quello che ci ha lasciato. Io stavolta, per esempio, ho disegnato una sua canzone.»

INKtober

01/10/2015

day1

Quest’anno partecipo a #‎inktober‬ e cercherò di cimentarmi in un esperimento di “realtà diminuita” rigorosamente a mano, con disegni e foglietti appoggiati qua e la a disturbare l’esistente e fotografati, in serena bassa definizione, con lo smarfo. Spero di riuscire a mantenere il passo dell’aggiornamento giornaliero, perché é lì che starebbe il bello. Comunque ecco qua il primo: ho usato un foglio A4, un pennarello Stabilo point 88 0,4, un altro BIC GripRoller e una matita rossa Sanford per la traccia sotto. Buon ottobre a tutti!

This year I participate in #inktober, which you can learn more by reading herehttp://mrjakeparker.com/inktober
Stimulated by veteran Marianna Balducci, I will try my hand in an experiment of “decreased reality” by hand, with drawings and sheets propped here and there to disturb the existing and photographed, in serene low definition, with the smarfo. I hope to keep up the daily updates, because it is there that would be the fun part. Anyway here is the first: I used A4 paper, a pen Stabilo point 88 0.4, another BIC GripRoller and a red pencil Sanford for the track below. Happy October to all!
#‎
disegniGrassilli‬
‪#‎decreasedreality‬ ‪#‎realtàdiminuita‬

Begli accordi

30/09/2015

Gente d’altri tempi. Enzo Jannacci – canzoni a colori” è la nuova grande mostra-tributo, curata da Davide Barzi e Sandro Paté e organizzata da Scarp de’ tenis, che raccoglie l’omaggio di cinquanta artisti e fumettisti al cantautore milanese.
La mostra si terrà al Castello Sforzesco di Milano da metà dicembre a metà gennaio.
Il mio disegno, ispirato alla canzone “I Soliti Accordi“, l’ho mandato e mi pare sia piaciuto. Vi informo meglio più avanti.

solitiaccordi_schizzi6

29/09/2015

solitiaccordi_schizzi5Quando il disegno sembrerebbe arrivato a una serena completezza, ecco che si popola di fastidiosi mostriciattoli. ‪#‎disegniGrassilli‬ ‪#‎Jannacci‬

Barbablu 10

17/09/2015

La meritoria associazione “Barbablu” di Cesena compie 10 anni! Questo il mio biglietto di congatulazze e auguri.

800Barbablu10

Gatto GIF

11/09/2015

700GattoGIFGattoGIF, conosciuto da tutti come Gatto Informato dei Fatti, é candidato nella categoria Animali Densi di Umorismo del MIAO15, il premio internet parallelo e segreto che viene assegnato alla Festa della Rete si, ma nei sotterranei del Teatro Novelli di ‪#‎Rimini‬. GattoGIF si é fatto conoscere grazie a “Silvestro”, sito di testi graffianti da lui fondato alcuni anni fa. Tutti ricordiamo qualche battuta proveniente de “Silvestro”, come la geniale “meoooww” o la dissacrante “gnaoooourr”. Sull’onda del grande successo GattoGIF veniva invitato in ogni vicolo e in ogni bidone, accompagnato ogni volta da un nutrito drappello di felini autori come lui delle miagolate più geniali. Ad ogni premio MIAO era sempre il gruppo di “Silvestro” a portarsi a casa il maggior numero di scatolette al gusto tonno o pollo, nonostante l’agguerrita concorrenza di altri siti come “Romeo” e “Gambadilegno”.
Oggi GattoGIF é per la sesta volta ai MIAO, che moltiplicato in anni umani fa la bellezza di quarantadue candidature.

SergioNX44 Burnacci

10/09/2015

800SergioNX44Burnacci

 

SergioNX44 Burnacci é un giornalista scientifico della rivista Os’ciavè Kpataca (in italiano “curiosità e stranezze di popoli lontani“), mandato alla Festa della Rete per un reportage sul livello di avanzamento del pianeta Terra per quel che riguarda l’uso del web, le bande di trasmissione, i social network.
In realtà lui sarebbe specializzato in percezione del pensiero tramite il cloruro di potassio e questo non vi sembri strano: nel pianeta da cui proviene, Santar Kanzli III, tutto passa attraverso i cloruri. Quello di magnesio é alla base del sistema riproduttivo dei Kanzliani, quello di sodio é il fondamento della loro religione più diffusa, il cloruro di calcio segna il sistema di caste in cui é diviso il pianeta, fino a quello di alluminio che serve per incartare il cibo rimasto.
Purtroppo subito dopo la partenza di SergioNX44, su Santar Kanzli III é scoppiata una rivolta e pare che i cloruri abbiano instaurato una dittatura feroce.
Naturalmente i responsabili della ‪#‎FDR15‬ hanno già offerto all’ospite la possibilità di asilo politico, con grande collera del cloruro di salvini.

piccola animazione

10/09/2015

 

Una piccola animazione partendo dal mio manifesto.
Mi piace l’idea che qualcuno si é messo lì e lo ha prodotto… Cliccateci su.

filmatoTIM

Gli Stampati

09/09/2015

Manifesto, programma, cartellina della Festa della Rete 2015: il mio disegno sta bene su tutto, come certe giacche 😉 #disegniGrassilli #FDR15


4203f7e5-6502-4ee3-8d59-0adfe0992f13-original

Elia DI Gioia

07/09/2015

 

 

800EliaDiGioia

Elia Di Gioia, otto anni, brindisino, viene per la seconda volta a ‪#‎Rimini‬ alla Festa della Rete, dopo aver spopolato in tutte le situazioni di games e laboratori di programmazione per ragazzini. Amato dai Youtuber per essere il più giovane Immusician della Rete, é finito sui giornali per una serie di clip, realizzati sul suo piccolo laptop, che mettevano alla berlina note campagne pubblicitarie di prodotti per gli under-10.

Aggiornatissimo su tutte le nuove uscite nel mondo dei giochi elettronici, viene consultato (“non ufficialmente” per via della sua giovane età), da grandi aziende del settore. Una di esse, il colosso Boardwinde, lo ha invitato, lui e famiglia, tutto spesato, alla Gamescom di Colonia, “The world’s largest trade fair and event highlight for interactive game“, dove, si dice, abbia avuto un pranzo riservatissimo con i fratelli Mario e Luigi in persona.

CVuone

07/09/2015

Si sa che ‪#‎chidisegna‬ é un po’ megalomane, il biglietto da visita non basta, ci vuole una cartolina per metterci più segni, più roba. Ecco quindi il mio nuovo oggetto di rappresentanza, che ti ficcherò in tasca se ci incontriamo, ad esempio, alla#FDR15.
Nel dettaglio: sono i personaggi apparsi nel tempo sulla copertina di Persone&Conoscenze (Este Edizioni): alcuni dal mondo Net To Be, altri inventati, altri ancora sono ritrattini-omaggio di persone che conosco.
Ringrazio infine Marianna Balducci che mi ha suggerito questa opzione, compreso il sito dove farla stampare a prezzi accettabilissimi
‪#‎disegniGrassilli‬

FDR 2015

04/09/2015

Manca solo una settimana alla Festa della Rete ed é ora che il manifesto 2015 lo vediate tutto intero!

1000manifesto_FDR15

#‎FDR15‬ ‪#‎disegniGrassilli‬ ‪#‎Rimini‬

Kadin

03/09/2015

700valerianaturro

La popolarissima, biondissima Kadin, al secolo Valeriana Turro (mamma turca, papà di Villastellone), Sarà anche quest’anno alla Festa della Rete quale importantissima relatrice dell’area “Lifestyle

Impostasi in rete grazie all’intuizione di registrare tutorial su come truccarsi e abbigliarsi per serate e pomeriggi social tutti rigorosamente in rima, tocca il cuore degli uffici marketing della Crema Vibrixa, che rende il suo volto ancora più familiare, attraverso campagne in cui la Turro è unico testimonial.
Dopo questo exploit, Valeriana viene coinvolta anche dai media tradizionali: una rubrica di costume sul mensile JeSuis, un programma su RGZ 102,2 in coppia con Nerio Maialetto, parecchie ospitate a “Come non ci fosse un domani”, il talk-show intelligentino condotto da Gloria Binaka.


Gira voce che ultimamente Kadin sia corteggiatissima da certi ambienti cinematografici. Non va escluso quindi che la si possa vedere presto sulla Grande Vela, a dispiegare il suo fascino luminoso.

Odilio & Knapp

29/08/2015

Odilio&KnappManif

Odilio & Knapp son qui raffigurati insieme, sul vecchio manifesto di Lino e i Mistoterital, perché assieme restano scolpiti nei più bei ricordi dei nostri amati Palombari dell’Inconscio Musicale.
La band, per un certo periodo, favoleggiò su come doveva essere la grande tournée mondiale con la quale, anzianissimi, avrebbero salutato le scene (partendo dalle quinte e risalendo, via via, fino alle prime. Gli arredi teatrali sono suscettibili).
Prima di tutto sarebbe stato un enorme tendone da circo, pieno di pataccari, artisti funambolici e, ovviamente, animali mai visti prima dalla brava gente.
Odilio Spadacena era il tacchino da riporto-orologi di Bob Rodiatoce, ai tempi in cui ricopriva la carica di Gran Puntualino della Band. Bob lanciava un appuntamento e Odilio puntualmente riportava tutto. Vista la sua abilità organizzativa, i Teritals gli affidarono la gravosa opera di scovare, con grande anticipo, le bestie giuste per quella loro tournée. La prima che il volatile ingaggiò fu proprio Knapp, piccolo Formichiere di Tolosa che ballava sfrenato davanti ai passanti, nella bella cittadina ligure. Divennero una coppia anche nella vita, mentre Odilio preparava con lenta cura il cast zoologico.
Finché, un brutto giorno, il tacchino scoprì la vera ragione per cui LMT volevano questa magniloquente messa in scena: era solo per aver l’occasione, una volta alla settimana, di dare serata libera agli animali e mettere fuori il cartello “Stasera normali Cani”, cosa che trovavano essere prima di tutto un bellissimo titolo, oltre che una cazzata che avrebbe celebrato definitivamente la ridondanza e l’insensatezza della Band Tessile.
La delusione per Odilio & Knapp fu così cocente che si dimisero, si autosospesero, si retrocessero e abbassarono il loro livello di trasparenza fino al 20% . Da allora stanno lì, sul manifesto, fissati in un gesto che assieme significa amicizia e balcanizzazione (e Liberace, ovviamente).

Nonna ufficiale

28/08/2015

700ElideBonadio

Elide Bonadio, ragazza degli anni ’30 del secolo scorso, é la “nonna ufficiale” della Festa della Rete. Comparve qualche edizione fa, irrompendo in un panel sul benessere ad età avanzata, munita dei suoi bastoni per nordic walking, dai quali non si separa mai.

Dotata di una vitalità che la medicina tradizionale non sa spiegare, riesce a seguire così tanti eventi della Festa che per un certo periodo si pensò fossero due gemelle.

Pare che a Monselice abbia un marito, figli e nipoti in numero rilevante, che a volte trascina in escursioni quasi eroiche, ma non si ha notizia di qualcuno che sia riuscito a dirle di no.

Una volta all’anno però, quindi anche per la #FDR15, molla tutti e viene a #Rimini a cospargerci con il solo e autentico filtro dell’eterna giovinezza: la sua simpatia. #disegniGrassilli

 

Assodato

28/08/2015

 

é inoltre assodato che i #disegniGrassilli sciolgono l’adipe e combattono il naturale invecchiamento del vostro lavandino.
http://robgrassilli.com/

11880557_10153236624868227_7146326000527995053_n

Beata Fava

25/08/2015

paoloBalsaminiFB

Paolo Balsamini, giovane chef a due stelle del ristorante “Beata Fava” di Liberina d’Arezzo, condirà e allieterà tutti gli incontri dell’area Food della ‪#‎FDR15‬ con la sua esuberanza e la sua raffinata competenza in oli, condimenti ed erbe rare.
Paolo é stato premiato lo scorso anno alla TastyRace di Boston, terzo assoluto fra i chef under-40 ed é l’apprezzato consulente gastronomico dell’agenzia AmadeiEventi, il catering di prestigio che ha allestito e gestito, ad esempio, il matrimonio di Astrid e Bunner di Danimarca sull’sola-giardino di Marispello nel 2012.
Paolo ha fatto tutta la gavetta nel “Beata Fava” dello zio Arnoldo, per poi affinare la sua arte ai fornelli di alcuni grandi ristoranti d’Italia e Germania.
Sposato da pochi mesi con la chef Henrietta Glasou, una stella, bruxellese, ha promesso che porterà anche lei a ‪#‎Rimini‬. Ci contiamo, trattandosi della “vivandiera” più amata dalle riviste di costume, anche per il suo passato di Miss Benelux…

Rinacerata

18/08/2015

800rinacerataLa dolce Rina ha una storia dolorosa. ce l’ha dentro un quaderno a righe di seconda, scritta coi Giotto Fibra. Per il resto sta bene.
È nata da uno degli assurdi esperimenti di Big Camillino, il pazzo, cattivissimo gelato-biscotto (vedi) che vuole lo sterminio di tutte le misto-creature.
Rina doveva diventare una spietata killer in grado di incenerire gli avversari, quel che abbiamo invece é una morbida perissodattile-tostapane, che ama guardare Cartoon Network con le amiche e quando vuoi ti serve dei buonissimi farciti allo zibibbo.
La copertura esterna di Rinacerata é di autentico Makintosh scozzese, in origine in tinta unita. Divenne a fiori improvvisamente dopo che Rina andò a vedere “Yellow Submarine” nel cinema parrocchiale Tiberio, a Rimini.

Pesce Klooso

15/08/2015

700pesceKloseIl Pesce Klooso sta nel manifesto di LMT in quanto portatore della chiave del tafanario dove la band tiene gli abbozzi, i manoscritti delle canzoni e tutte le carte delle merendine mangiate durante le trasferte per concerti. Il Klooso capisce quando non é aria (infatti é acqua) e si allontana per evitare che i Teritals, assaliti da pudore e vergogna prendano la loro intera produzione musicale e la diano in pasto ai pesci (altri, più grossi).
Il Klooso é originario dei fiumi della Cirenaica, ma i cambiamenti climatici del pianeta, di cui lui ha letto su Wikipescia, lo hanno convinto ad anticipare i colleghi (che poi in Autokrill finiscono quei buoni panini al salnitro).
Narra l’aneddotica teritalsa di innumerevoli occasioni in cui i nostri rockerz preferiti, nella fretta di rimettere mano ai canovacci delle song, si siano sbagliati e abbiano preso in realtà le cartacce delle merendine, eseguendo e mettendo esse nei loro album. Ma tanto era uguale.

più bestie si vedono

11/08/2015

Durante una amorosissima incursione senza pudore negli archivi del Fancléb dei Mistoterital, la Fansina “Next GenerationDina Gabar (sono ammiratrici autogeneratesi dopo lo stop della band nel ’91) ci ha intimato di rendere pubblico e fruibile certo materiale odoroso di storia (e di cazzate). Il piglio con cui lo ha fatto e il suo dito puntato (é qui accanto al mio occhio destro anche ora, pronto a colpire) mi ha convinto a procedere con questa pubblicazione, corredata di info riguardanti i besti dentro al manifesto.

manifestotutto

Tanto caldo

23/07/2015

in corso di. Nonostante lo Studietto Microonde.

11796180_10153160183663227_1854545871077107766_n

Portfolio!

20/07/2015

Lo so che voi mai, mai e poi ma lo dimentichereste, ma io devo dirvi ogni tanto che qui c’é il mio trifulgido Portfolio!
BannerFaceboo2

01/06/2015

Festa di fine anno scolastico alla scuola primaria di Orlando.
Questa volta ho disegnato l’elefante simbolo della casata dei Malatesta.11100566_10153046086533227_758628742_n