Archive for the ‘PHILANKISMI’ Category

Zeroscaffale

24/01/2016

Agli attori le statuette, i nastri, ai cantanti i dischi d’oro. l fumettari possono ambire al nome sullo scaffale.
12540934_10153557500048227_595784728419363140_n

22/01/2016

Voglio dire dopo tutto questo tempo sarà pur diventato almeno un Medio Principe

Anni di pongo

20/01/2016

800radionoi78-4

Settembre 1978: all’incrocio fra le suggestioni scatenate dalla visione di American Graffiti (Grease e Happy Days stavano per uscire in Italia, ma in questo momento ancora non c’erano) e la voglia di “radio libera” che possedeva tutti i ragazzi di allora, sta questa Radio NOI, emittente provvisoria che copriva forse metà San Pietro in Casale e che é vissuta il tempo di una festa parrocchiale.
L’immersione in questi anni ’50 assolutamente nostrani fu un bellissimo gioco condiviso con gli amici di allora; ognuno ci mise del proprio e tutto divenne “vero”.

11/01/2016

Che significa “ci ha lasciati”? Guardate che é su Marte che c’é vita, non qui.

Neuroni Specchio nr.6

13/11/2015

 

 

 

 

Una di quelle della serie #‎neuronispecchio‬.

800strizzacervelli

29/10/2015

Un corriere ha portato la Smemo 2016 dove c’é dentro Lia. È la Smemo Pink pantone 219 U / milf-cougar small xxs e si fa i selfi da sola.

29/10/2015

la veste dei fantasmi del passato mi é finita in lavatrice con i capi colorati

13/10/2015

Ogni mattina un pubblicitario si sveglia e pensa di utilizzare per l’ennesima volta la vicenda di leone e gazzella in uno spot. Ogni mattina un umorista si sveglia e pensa di fare una battuta con l’ennesima variazione sulla vicenda del leone e la gazzella. Io mi sono svegliato mezz’ora prima di loro e li aspetto con una mazza da baseball.

Salgemma

30/09/2015

Molti di voi si chiede12047415_10153301821788227_1044691618_nranno qual’é il segreto di un corpo perfetto come il mio, alla mia età. Semplice, amici. Dieci sacchi di salgemma austriaco da 25 kg l’uno, da portare giù in cantina attraverso due (e mezza) strette rampe di scale.
Sto barando. Ce li siamo divisi io e un omino più che sessantenne che mi ha dato la birra. Ok, per stavolta niente tutorial.

pencilfunnyface

26/09/2015

12042955_10153298667498227_7650157787854402829_n

Sì, io faccio i disegnini e collaboro a diffondere le padanade divertenti!‪ #‎pencilfunnyface‬

Paura e Disgusto a Las Vegas

22/09/2015

900pauradisgustoLV

Si lo so: va nella cartellina “Neuroni Specchio”. Ma non potevo non farla 😀

17/09/2015

ma perché voi avete mai sentito parlare di preventivo CON impegno?

09/09/2015

Signor Bruce Willis volevo dirle che le emiliano-romagnole non sono necessariamente subito pronte allo zoccolaggio, ma per qualche ragione ai pubblicitari italiani piace descriverle così.

Pelham 1

08/09/2015

 

800Pelham1Salve sono Pelham1, il primo robot della nuova generazione di automi privi di alcuna utilità.
Il mio creatore voleva specializzarmi nella bitumazione di navate di cattedrali, ma a metà dell’opera ha ben cominciato e quindi.
So comunque zapruderare e imitare Agostino Cheguevara, che non é famosissimo come quell’altro ma faceva la sua figura.
Ora, volevo allegarvela questa sua figura, ma non ho le dita per cliccare “allega”.
Ringrazio comunque l’ente turismo di Ligonchio per aver scritto questa mia breve bio, di cui io sono all’oscuro.

Collaterati

05/09/2015

 

 

 

Fra poco su Lateral (Radio Capital) Luca Bottura, Ted Nylon e Phil Anka

11948217_10153255798323227_1780319145_n

03/09/2015

Bene allora adesso la foto del bimbo morto davanti al mare me la scansiono e me la metto in venti copie nel portafoglio. E quando sento in giro discorsi di merda da legaiolo-occhi-da-zombie ne tiro fuori una e, ben appallottolata, gliela faccio mangiare. Poi aspetto che la digestione faccia il giro compelto, per ripetere l’operazione.

‘A Nomminaziuna

02/09/2015

Ringrazio chi mi ha scritto per chiedermi come mai non sono nelle nomination del “Miglior Disegnatore Italiano” dei ‪#‎MIA15‬ o per lamentarsi di questo. Grazie che siete così dolciotti ;). Io però non c’ero già più l’anno scorso, dopo una lunga carriera da Meryl Streep della Blogfest. E la parte mia, quella di ricordare a voi, che leggete le mie robe in rete, di segnalarmi, non l’ho fatta, ma mica per supponenza o snobismo l’é che mi sono un po’ scordato. Del resto ribadisco che il mio vero obiettivo ultimo é ottenere il più sontuoso Premio Alla Carriera dell’Internet italiana.

Big Retourn

31/08/2015

…quel che sappiamo é che oggi Big Camillino vive nella Foresta Nera a Schwerkraft Wasserfall, in Germania e gestisce un discutibile “Museo Delle Stranezze Da Forno“. Si tratta sicuramente di una copertura, basta guardare meglio e si intuisce di che pasta é fatto… 11931618_10153247003053227_1023422385_n

30/08/2015

La verità? Io le mie tasche non le conosco per niente.

30/08/2015

“Gli avanzi di casa mia sono meglio del cibo appena cucinato di molte delle vostre” (semicitazione)

Odilio & Knapp

29/08/2015

Odilio&KnappManif

Odilio & Knapp son qui raffigurati insieme, sul vecchio manifesto di Lino e i Mistoterital, perché assieme restano scolpiti nei più bei ricordi dei nostri amati Palombari dell’Inconscio Musicale.
La band, per un certo periodo, favoleggiò su come doveva essere la grande tournée mondiale con la quale, anzianissimi, avrebbero salutato le scene (partendo dalle quinte e risalendo, via via, fino alle prime. Gli arredi teatrali sono suscettibili).
Prima di tutto sarebbe stato un enorme tendone da circo, pieno di pataccari, artisti funambolici e, ovviamente, animali mai visti prima dalla brava gente.
Odilio Spadacena era il tacchino da riporto-orologi di Bob Rodiatoce, ai tempi in cui ricopriva la carica di Gran Puntualino della Band. Bob lanciava un appuntamento e Odilio puntualmente riportava tutto. Vista la sua abilità organizzativa, i Teritals gli affidarono la gravosa opera di scovare, con grande anticipo, le bestie giuste per quella loro tournée. La prima che il volatile ingaggiò fu proprio Knapp, piccolo Formichiere di Tolosa che ballava sfrenato davanti ai passanti, nella bella cittadina ligure. Divennero una coppia anche nella vita, mentre Odilio preparava con lenta cura il cast zoologico.
Finché, un brutto giorno, il tacchino scoprì la vera ragione per cui LMT volevano questa magniloquente messa in scena: era solo per aver l’occasione, una volta alla settimana, di dare serata libera agli animali e mettere fuori il cartello “Stasera normali Cani”, cosa che trovavano essere prima di tutto un bellissimo titolo, oltre che una cazzata che avrebbe celebrato definitivamente la ridondanza e l’insensatezza della Band Tessile.
La delusione per Odilio & Knapp fu così cocente che si dimisero, si autosospesero, si retrocessero e abbassarono il loro livello di trasparenza fino al 20% . Da allora stanno lì, sul manifesto, fissati in un gesto che assieme significa amicizia e balcanizzazione (e Liberace, ovviamente).

28/08/2015

Delle volte mi si apre una vena e parlo in modo forbito, dico anche cose intelligenti. Dev’essere quando mangio pesce.

Assodato

28/08/2015

 

é inoltre assodato che i #disegniGrassilli sciolgono l’adipe e combattono il naturale invecchiamento del vostro lavandino.
http://robgrassilli.com/

11880557_10153236624868227_7146326000527995053_n

27/08/2015

Delle volte mi si apre una vena e parlo in modo forbito, dico anche cose intelligenti. Dev’essere quando mangio pesce.

Totalone

24/08/2015

Temevo che, cadendo di domenica, il vostro smarfo o il vostro taboletto o quel che é non vi avrebbero ricordato il mio compleanno. Invece sono arrivati un totalone di auguri e ve ne sono grato e mi intenerisco. Quindi o sono davvero importante per voi amici deee Rete o siamo tutti irrimediabilmente intossicati dalla tossina social. Che a ben vedere… Fa poi tanto male? Grazie, vi abbraccio.

Cinquantaquattro

23/08/2015

11908892_10153226494348227_8196902864401823149_o

 

11901807_10153226512618227_6565098313163178349_n 11904678_10153226539108227_2937267936654779998_n

foto di Orlando Grassilli

 

20/08/2015

Anche all’Expo tante donne carine con uomini nasoni. Mi sono sempre chiesto come mai poi una mia amica me l’ha spiegato.

Rinacerata

18/08/2015

800rinacerataLa dolce Rina ha una storia dolorosa. ce l’ha dentro un quaderno a righe di seconda, scritta coi Giotto Fibra. Per il resto sta bene.
È nata da uno degli assurdi esperimenti di Big Camillino, il pazzo, cattivissimo gelato-biscotto (vedi) che vuole lo sterminio di tutte le misto-creature.
Rina doveva diventare una spietata killer in grado di incenerire gli avversari, quel che abbiamo invece é una morbida perissodattile-tostapane, che ama guardare Cartoon Network con le amiche e quando vuoi ti serve dei buonissimi farciti allo zibibbo.
La copertura esterna di Rinacerata é di autentico Makintosh scozzese, in origine in tinta unita. Divenne a fiori improvvisamente dopo che Rina andò a vedere “Yellow Submarine” nel cinema parrocchiale Tiberio, a Rimini.

17/08/2015

Ma all’apparire di un dispenser di mito
siam ricorsi al razzo-ombrello
ed ognun per se’