Ding dong! La satira é morta!

18/03/2015

“A distanza di settanta giorni dalla strage di Parigi nella redazione di Charlie Hebdo, con l’irruzione di un commando di terroristi nella redazione del settimanale satirico e l’uccisione di dodici persone, il Club Rotary Riviera di Rimini s’è interrogato sulla libertà di espressione, nella sua declinazione tradizionalmente più irriverente…” (segue)

Serata rotariana nell’Albergo al limite del Senso di Responsabilità. Foto di Vito D’Ambrosio vito.dambrosio@car-tech.com

ClarenCity/3

850citystrip3

Terza strip di “Clarencity“, ovvero le storie del Sindaco Bailey, di Faq, Masotti, Gower e di tutta la comunità dei cittadini di Clarence. 1999-2001.

P&C 2014/2

Personaggi per le copertine di “Persone & Conoscenze“, Este Edizioni – 2014
900-2_14-15

Backstreets

Backstreets Meets Rob Grassilli
oggi, h.18.20 su Radio Icaro  o in podcast quando vi pare.

11042650_806338679444374_343191016_n

 

Stasera un noto circolo filantropico mi ha invitato a cibo+bablata con tema: i limiti della satira. Onestamente io sono più in pensiero per i limiti del buffet.

Se ti chiedono “come va?” impara a distinguere: te l’ha chiesto uno di Milano o uno del resto del mondo?

Eva & Federico

La dedica di Eva Montanari sul suo libro “Federico” Kite Edizioni 2014

10930163_10152845500853227_6282173525503676718_n

Iris alla Feltrinelli

11069787_10152843877273227_3795623290950501793_n

electric, exentric

sabato-sera eccentrici: ho appena riparato una presa elettrica. Arreda, diverte, é utile e costa molto meno di un antidepressivo!

Leaders

(a freddo, in bicicletta, oggi): – Ma quindi papà, Paul era il loro capo? –
– …Paul? Chi Orlando, Paul McCartney? –
– Sì papi, era il capo dei Beatles? –
– Mmm… No Orlando, loro erano un po’ tutte e quattro dei capi…-
– Erano dei leader! –
– Beh non si usava molto questa parola nei loro anni, comunque in un certo senso…-
– Tutti e quattro? –
– …. –
– …. –
– …. Ok, va bene. Ringo un po’ meno. –

Crozza se smetti di dire raga e giova ti stacco un assegno

Risorse quasi Umane 1/15

800vignetta_1-gen15

“Risorse quasi umane”, rubrica per “P&C” ed. Este  gennaio 2015

10390904_862475903814171_5653798652726966823_n
A volte bisogna proprio regalarsi qualcosa di bello. “Bello”, in questo caso, sono due disegni di Roberto Grassilli. Mi aprono porte su mondi inconsueti portandomi in un “altrove” che mi incuriosisce e sorprende. Così, pur stando ferma, posso viaggiare, dilatando i confini della mente e del cuore.

11056710_10152841525533227_302548948_n

Rimini, l’androne dello Studietto #myrimini

Grazie e arrivederci

In effetti, noi produttori di contenuti irrilevanti, siamo stati colpiti dalla Grande Crisona in fase tarda, come se lo tsunami ci avesse raggiunti solo dopo aver devastato, in tutta tranquillità, avamposti di ben altro peso.
Chi traffica con l’editoria nazionale, con le nostre agenzie, ecc. ecc. é abituato da sempre a una vita professionale senza certezza alcuna, nemmeno quella di rapporti corretti al minimo sindacale. Crisi o non crisi, noi che disegniamo veniamo convocati, briffati, ascoltiamo lunghe descrizioni di progetti, campagne, ci vengono richiesti spunti, schizzi, bozzetti, prove. Poi, spesso (spessissimo di questi tempi) cala il silenzio. Protratto. Un silenzio carico di presagi: quelli che ti dicono che c’é caso che tu sia stato trattato, di nuovo, come una merda.
Così, un po’ per celia un po’ per rendere più plastico il concetto, ho provato ad elencare, in ordine non cronologico ma più per associazioni dolorose, le proposte di lavoro che mi sono arrivate in anni recenti; quelle che sono sfumate in nulla, senza spiegazioni o magari finite in borbottii confusi solo dopo che, fuori tempo massimo, sono andato io in cerca di segni di vita.
Non sono sicuro di ricordale tutte, ma queste di sicuro sono nella medesima categoria, a parte alcune che evidenzio: casi in cui é intervenuta la malasorte o siamo direttamente dalle parti del furto premeditato.
A voi piacendo, ecco qua l’elenco:

  • Una storia a fumetti su soggetto non mio, con una nuova Alice calata nel nostro tempo.
  • Una strip a fumetti per la formazione interna di una grande azienda.
  • Dei loghi per una collana di piccole monografie dal sapore enciclopedico.
  • Illustrazioni per il sito istituzionale di una grande azienda alimentare italiana.
  • Una testata-online con contenuti di alto livello per bambini in età scolare.
  • Ritratti o caricature per una nota catena di negozi di abbigliamento.
  • Illustrazioni varie collegate a una nuova linea di piumini con marchio ancora da lanciare.
  • Il manifesto per una fiera di giardinaggio fai-da-te.
  • Il rilancio di un notissimo sito che ha fatto la storia della Rete in Italia.
  • Ideazione, coordinamento e relative illustrazioni per un servizio on-line che avrebbe consentito di auto-prodursi una copertina di libro. Questo, forse, il caso peggiore, perché su mandato del committente e presunto amico, coinvolsi anche altri disegnatori. Il modo in cui costui si ritrasse dall’impresa, le parole che mi scrisse, restano un punto di riferimento per bassezza e malafede.
  • Un libro-raccolta con tutta la satira sul Berlusconi prodotta da Lia e da me, da Cuore in poi.
  • Creatività varia per il lancio di un grosso sito internet in Brasile.
  • Illustrazioni per visualizzare i prodotti nel sito interattivo di una azienda di cucine.
  • Una copertina di libro (questa realizzata e pagata, ma l’editore é scomparso lasciando il mio committente, ovvero lo scrittore, in un indefinito stand-by, a contratto già firmato).
  • Serie di vignette da proiettare durante una conferenza.
  • Le illustrazioni di un testo scolastico (materia: musica).
  • Contenuti umoristico-fumettosi per sdrammatizzare la comunicazione di una azienda di abbigliamento svizzera.
  • Una linea di agende esclusivamente in materiale eco-sostenibile.

L’Amico Americano

Ho visto il nuovo film di Spongebob oggi, con tutta la prole: splendido lavoro, divertente assai. Complimenti a Marco Cinello e tutta la insostituibile crew di DISEGNATORI.
SI, quelli che usano la matita e la carta, senza i quali non esisterebbe il cinema d’animazione :-)

Barbaddio

10688237_10152818596713227_350194559950959567_o

Questa Barbafamiglia in pongo é una produzione della mia Gioconda nel marzo 2007. Aveva sei anni (Iris da poco quattro, Emma quasi nove. Orlando non era ancora nemmeno schedulato).
Ho l’ardire di pensare che al signor Taylor questo saluto possa piacere.

 

la vicina Scilla

11018657_10152824512028227_229278947448273340_oCi hanno portato un librino autoprodotto, una raccolta di ricordi e foto del crocicchio di strade in cui viviamo. Le genti di questa costa forse non hanno troppa inclinazione per il romanticismo, ma per la nostalgia si, direi che gli uomini poi, ne sono proprio affetti. Scrivono e mitizzano “quella volta“, tanto da tenere in piedi generosamente certa editoria locale.

Magari invece ascolta le signore in età, le intrepide nonne che hanno portato tutto sulle spalle: casa, pensioncina, figli, nipoti e MARITO: avrai delle opinioni differenti, condite con qualche epiteto non sempre morbido. Nostalgia di cosa? Di prima della lavatrice e della lavastoviglie? Mo lasa andé.

Insomma, grazie a questo memoriale scopro un brulicante angolo di Rimini di cui si parla poco, un rione (che fu detto “dei Perugini“) fra l’Arco d’Augusto e l’Anfiteatro, molto cambiato dopo la guerra e, SOPRATTUTTO, che sono un virtuale vicino di casa della signora che vedete in foto. Gianfranca Gabellini, detta Scilla Gabel, una sfolgorante bellezza dei mitici ’50 e ’60, poi volto noto della Rai in quegli sceneggiati seguiti devotamente da tutto il Paese. Miss Gabel é ora una nonnina milanese, ma io resto deliziato da queste sorprese che, anche a distanza di anni, questa città diversa da tutte le altre continua a farmi.
#‎myRimini #‎raccontaRimini

Vento

C’é stato vento fortissimo a Rimini, senza tregua per i tre giorni passati. Ieri notte, durante una uscita furtiva per una necessità di bancomat, sono abbastanza sicuro di aver intravisto, oltre un piazzale Gramsci deserto, la Fata Muccona, Galileo e il Cavalier Stampella.

Che mondo sarà se ha bisogno di chiamare Superman?

Siamo fatti per amare? Noi forse si, i genitori di quel cantante non direi. Ma scusate, come si può chiamare un figlio Necrologio? Da cui il diminutivo con cui é diventato famoso.

Se dovesse andar bene la Historyction “1992” di Accorsi su Sky, ne proporrò una anch’io: “1994”.

Questo però é solo un altro “Arcicontento” by Serra-Grassilli dei tempi di Cuore, riportato alla luce (quasi).

BannerIncapucc1

Clarence City #2

900citystrip2

Seconda strip di “Clarence City”, ovvero le storie del Sindaco Bailey, di Faq, Masotti, Gower e di tutta la comunità dei cittadini di Clarence. 1999-2001.

neuronispecchio/4

 

 

 

acidenti Buddy! I neuroni specchio mi hanno fatto un altro scherzo!

11025816_10152822129353227_1455460754920194800_n

il caimanino

Ci può essere una perfidia strategica, machiavellica nell’andare contro il tuo rivale e sbaragliarlo. Spoilerare il vincitore del talent-show di un canale tuo concorrente invece é un’altra cosa. Se poi a farlo é una logora trasmissione per anziani in onda su Banale5, non c’é dubbio che si tratta della perfidia disperata di chi sta andando a picco.

l’hai costruito davvero tu?

Si.

A 12 anni?

Si.

Me ne fai uno..?
Si…. Sta zitto però

Bruno nostro

Oggi si fanno gli auguri a un imprescindibile artista del cinema italiano, peraltro uno dei più conosciuti nel mondo!

900Bozzetto-Cat-Selfie

11026709_10152818186273227_1231892234_nIn tutti questi anni mai che un direttore o un capo redattore abbiano preso da parte il titolista dicendogli: guarda zuccone: QUESTO è un FUMETTO, QUESTO è un CARTONE ANIMATO, QUESTO invece è un LIBRO ILLUSTRATO… ecc

per ordinare

In questa pagina trovate tutte le mie tavole esposte nella mostra in corso.
Sono titolate e numerate appositamente per le persone che mi hanno chiesto come fare per ordinare le copie. Se cliccate trovate quel che serve e anche di più 😉

pagina_tavole

da navigareSicuri

900Drawnimal900penna3d

 

 

Altre due illustrazioni, nate per commentare delle news di NavigareSicuri, recuperate e migliorate per la mostra di ‪#‎disegniGrassilli‬ al Mulino di Amleto, Rimini, !/3 – 5/4 2015