Posts Tagged ‘Biennale del Disegno’

Come brodo nella pioggia

18/04/2016
Alcuni miei contatti premurosi (tre, per essere preciso) e un paio di amici mi hanno chiesto se sono alla Biennale del Disegno di Rimini / Come mai non sono alla Biennale del Disegno di Rimini. No, non ci sono.
Rispondo pubblicamente, così reco soddisfazione anche a quella parte di me che ha trafficato a lungo con la satira e che ogni tanto beneficia del sarcasmo come di dieci flessioni alla mattina.

Queste manifestazioni hanno delle linee guida dove evidentemente non può starci tutto. Inoltre, anche in una piccola città come Rimini, la quantità di persone che produce segni creativi é sorprendente. La mia riconoscibilità come autore é scarsa: non sono riconducibile a un solo tratto o a un personaggio famoso. Il mio corpus di pubblicazioni personali, quelle dove c’é solo una firma in copertina, é irrilevante. Molto di quello che ho fatto é lost in the stars: Cuore, per dirne una, é ormai un ricordo lontano. Clarence ha fatto la fine dei siti archeologici raggiunti dall’Isis. Le altre decine e decine di progetti a cui ho partecipato: svaniti, come gocce di brodo nella pioggia.
Di recente hanno definito il mio lavoro “generoso“. Ringrazio per quello che potrebbe essere un complimento, non fosse anche la definizione perfetta di una disabilità professionale. Per fare un esempio che esula dalla routine (tutti quelli come me mettono in conto qualche tonnellata di disegni e bienni di riunioni “a perdere”, il minimo richiesto a un creativo italiano, una sorta di certificato di esistenza in vita) potrei citare almeno quattro festival alla cui realizzazione ho partecipato attivamente, senza alcun ritorno personale, nemmeno di carattere erotico. Questo esempio é per aggiungere il “tempo sfrombolato via a cazzo” fra le prove a mio carico, di cui sopra.

Mi sono dilungato, ma ci tenevo a darvi un ordine di grandezza delle motivazioni per cui quelli della Biennale non vengono a prendermi con la limousine. Però ho una bella notizia: nel 2016 festeggio trentacinque anni effettivi di disegno in quanto lavoro, o desiderio che fosse tale. Sto già organizzando una mia magniloquente “personale” che farà giustizia di tutto questo. Si svolgerà a Clarence City, data e location da definire.