Posts Tagged ‘intervista’

Rimini IN Magazine

31/05/2013


Da una chiacchierata con Alessandra Leardini, per Rimini INMAGAZINE. Maggio 2013.

Intervista su Persone&Conoscenze (febb.’10)

13/04/2010

Fumetti e disegni per raccontare l’azienda

Intervista a Roberto Grassilli

a cura di Valentina Orlandi
UID333UYH588Raccontare l’azienda attraverso immagini e strisce fumettistiche: compito non da poco, come ci racconta Roberto Grassilli, disegnatore e fumettista, nonché ideatore delle copertine di Persone&Conoscenze. Gli abbiamo chiesto come si può tradurre in immagine un contesto aziendale o un problema organizzativo. Come è possibile, attraverso una striscia fumettistica, raccontare i cambiamenti in ufficio e le difficoltà quotidiane? Roberto Grassili ci ha raccontato la sua esperienza in Clarence, spiegandoci come spesso basta evidenziare una situazione che si vive in azienda per trovare un lato umoristico e divertente. Imparare a ridere di sé, del resto, non può che giovare a tutti ed essere spunto per migliorarsi.
Roberto, può spiegarci come si traduce in immagine un problema organizzativo?
Non sono un dirigente ma ho ricoperto diversi ruoli di responsabilità all’interno di un’azienda e ho dovuto trovare una vita di mezzo tra questo ruolo e quello di disegnatore e grafico. Per chi è abituato a ragionare per immagini, il passaggio da un problema che si pone a una figurazione dello stesso si mostra abbastanza automatico. Pensando a una difficoltà, è semplice vedere già la soluzione visiva.
Può farci degli esempi?
Il punto in cui il problema si risolve con un’immagine non è un processo semplice da raccontare. Spesso è un’intuizione. Agli albori di Internet in Italia, abbiamo lavorato sulla rete e da pionieri del web abbiamo trovato un modo per ideare una sorta di segnaletica. Mi riferisco alle icone che si trovano sui siti e che permettono di navigare. Abbiamo ideato un modo per guidare la scansione e la lettura della pagina, permettendo di passare ad altri contenuti e link e facendo in modo che la grafica riuscisse a suddividere i contenuti. Si è trattato di un problema pratico e organizzativo che mi sono trovato ad affrontare senza avere molti precedenti in merito.
Per Clarence, invece, mi occupavo di eventi e marketing, ma si trattava di un nuovo ambiente di lavoro, dove era necessario reinventare tutto. In questo frangente il mestiere di fumettista mi è venuto in soccorso quando si è trattato di raccontare e sdrammatizzare quanto stava accadendo in quel periodo lì, e mi riferisco agli
anni della new economy. (segue)

(altro…)